lunedì 16 febbraio 2015

HO COMPRATO UN CUCCIOLO DI CLC, ORA CHE FACCIO???


Questo articolo non è solo dedicato ai proprietari del CLC, ma è indicato a tutti i proprietari che posseggono un cane, soprattutto quelli che hanno voluto una razza particolarmente grossa o particolarmente impegnativa, una di quelle razze che magari possiedono una "PARTICOLARE REPUTAZIONE".

Molto spesso il fascino e la bellezza di una data razza, non si sposa per nulla con la persona che la sceglie. Cosa voglio dire? Voglio semplicemente dire che molti puntano il dito su certe tipologie canine cercando di identificarsi con loro, ma non sempre le caratteristiche della persona si sposano con il carattere e l'indole dell'Animale scelto, in questo caso è quasi inevitabile che si creino delle incomprensioni tra uomo e l'animale.

Purtroppo come ho già detto più volte, i cani non godono più di quei diritti e privilegi di una volta, ovvero liberi di esser cani, senza continue pressioni da parte dell'uomo.
Anche la semplice passeggiata diventa molto spesso un problema, limitando la loro libertà di relazionarsi sia con l'ambiente che con i propri coinspecifici.

Oggi viviamo in ambienti completamente diversi da quelli vissuti dalle generazioni precedenti, dando così al cane, informazioni diverse, arrivando anche a modificare persino i loro comportamento.

Queste modificazioni a loro volta, influiscono sulla percezione dei proprietari, i quali, molto spesso vengono indotti ad attribuire significati errati ai comportamenti dei loro beniamini,  come per esempio: se il cane ringhia o abbaia viene subito classificato un soggetto aggressivo.

Queste situazioni, spingono molti proprietari a limitare ancora di più l'esercizio fisico, le uscite, il gioco dei propri cani, per paura di dover gestire tale situazione. Alcuni arrivano a limitare la vita del cane al proprio giardino.
Non che far vivere il proprio cane solo nel giardino di casa sia un delitto, ma occorre capire fin da subito cosa noi vogliamo veramente dal nostro cane, ma soprattutto capire quanto tempo noi abbiamo da dedicare all'educazione del nostro cane, e capire come noi vogliamo viverlo il nostro cane.
Risolte queste tre domande, allora possiamo iniziare in modo corretto la convivenza con il nostro amico a 4 zampe, cercando di rispettare il più possibile la sua natura e la sua indole.

Dobbiamo anche esser onesti con noi stessi, e non intestardirci nella scelta di alcune razze che non possiamo permetterci, sia per il poco spazio che possediamo e sia per lo scarso tempo che abbiamo da dedicargli. 
Dobbiamo avere i requisiti giusti, il primo requisito sarebbe avere un giardino, perchè possedere un giardino ha molti vantaggi, sia per noi che per lui, e se nel caso le cose non funzionassero, si può comunque gestire il cane in modo appropriato, e non costringendolo a una vita segregata in appartamento con tutte le controindicazioni del caso.

Un cane senza una regolare socializzazione, sia ambientale che intraspecifica sarà un soggetto difficile da vivere, di conseguenza i padroni nell'evitare situazioni spiacevoli limiteranno ancora di più le uscite, andando a peggiorare il problema.

Dobbiamo sempre ricordarci, la domanda: "come vogliamo vivere il nostro cane?". 
E' da ricordare sempre, che se ad un cane, vengono negati determinati stimoli, una volta trovatosi di fronte a dei contesti nuovi, dove lui non possiede la giusta familiarità o confidenza, si potrebbero manifestare comportamenti aggressivi, dati dalla "paura o scarsa familiarità". 
Anche l'uomo di fronte a situazioni nuove si mostra guardingo, il cane non fa differenza, solo che il cane se si sente minacciato, si difende con l'unica cosa che Madre Natura gli ha fornito, ovvero la bocca.

La maggior parte dei morsi alle persone, sono proprio il risultato di questa mancanza di fiducia da parte del cane verso situazioni o stimoli nuovi.

Questo fatto dovrebbe renderci consapevoli, che tutti i cani possono mordere. Per quello che, chi decide di prendere un Cucciolo, deve capire che dovrà pianificare una determinata educazione, che non è solo basata sull'insegnamento di semplici comandi.

MORDERE!!!

I Cani imparano a mordere in età molto precoce, già a partire dal 20 gg di vita, i primi giochi che abbozza un cucciolo sono proprio utilizzando la bocca.
La bocca viene usata durante tutte le attività ludiche dei cuccioli, attraverso il gioco, non solo imparano i ruoli sociali, ma imparano anche a comunicare.

Il MORSO, rientra nel processo di apprendimento, spetta soltanto a noi ad insegnarli che mordere le persone ( mani, piedi, gambe, indumenti) è un comportamento indesiderato.

Ci sono  diversi modi per insegnare ad un cucciolo a non utilizzare la bocca, occorre vedere le sue reazioni per poter mirare l'insegnamento adeguato. L'inibizione del morso verso le persone andrebbe risolta prima delle 18 settimane di vita ( 4 mesi e mezzo).

Una volta completata la dentizione, non ci dovrebbe essere più quel contatto tra la sua bocca e le vostre  mani. FATE Attenzione ai giochi che fate con il vostro cucciolo.

Non è solo importante insegnare a non mordere, occorre anche capire alcune cause che inducono il cane a farlo.
Vi lascio alcuni articoli postati in precedenza... Buona lettura

PERCHE' IL CANE MORDE? CAPIRE PER EVITARE SPIACEVOLI INCIDENTI

MA EDUCAZIONE CINOFILA COSA VUOL DIRE? MAH HO LE IDEE CONFUSE!!!

UN'INSEGNANTE CHIAMATA ESPERIENZA!!!

PASSEGGIATA: PRIMA, DURANTE E DOPO

LA PAROLA DIPENDE QUANTO SPAVENTA???

Buona lettura e buona riflessione...









































































PER CHI FOSSE INTERESSATO A COMPRENDERE MEGLIO 
LE CARATTERISTICHE DEL PROPRIO CANE
CONSIGLIO IL CORSO PER







Autore foto: Katia Verza
Il materiale pubblicato è coperto da COPYRIGHT
VIETATO qualsiasi riproduzione intera o parziale senza l'Esplicito consenso da parte dell'Autore e la citazione dello stesso.

Allevamento Amatoriale Cane Lupo Cecoslovacco
Il Miglior Allevamento - Affidabilità sul carattere dei soggetti - Consulenze Personalizzate Addestramento & Educazione Cinofila
Educazione Cinofila Civica
- Pavia -
di 
Katia Verza - Sulleormedellupo -
Tel. Cell.: +39 340 566 43 88